La scordanza: il materano raccontato dagli scrittori

La marcia di avvicinamento a Matera Capitale Europea della Cultura 2019 è entrata nella sua fase finale. La grancassa mediatica cresce di giorno in giorno, amplificando l’evento e creando molte aspettative. Ma per entrare nelle viscere di questa città mito e del suo territorio, al clamore necessita la parola. Il romanzo “La scordanza” di Dora Albanese è un esempio lampante.

di  Giuseppe Colangelo

Per raccontare le donne del suo “… Sud, feroce e contradditorio”, Dora Albanese ambienta la storia a Muggera, un piccolo immaginario paesino lucano, come quello delle sue origini, il cui nome è frutto della contrazione tra la Murgia e Matera. Sintesi che definisce la pelle di un luogo ruvido, arido ma non respingente. Com’è la vicenda narrata, in cui agiscono personaggi in lotta in un ambiente difficile, a tratti ostico, ma fortemente evocativo.

“A Muggera” come si legge nella sinossi, “il mondo sembra essersi fermato: le donne alternano le preghiere del rosario alle formule per scacciare il malocchio; gli uomini sono pronti a uccidere per uno sguardo di troppo; nel bosco, nascoste tra i calanchi, le fattucchiere preparano filtri d’amore. E poi c’è un ruscello, una “fiumara”, che per chi l’attraversa segna il confine invisibile tra dentro e fuori, tra vita e morte, tra ricordo e dimenticanza. Caterina sogna di oltrepassare quel ruscello, raggiungere l’altra riva e lasciarsi tutto alle spalle… Ma a casa ha una famiglia che l’aspetta: quale donna, al suo posto, avrebbe il cuore di abbandonare figli e marito? Caterina non sa rispondere a questa domanda, finché non incontra Nadir. Un uomo brutale, selvaggio, che vive da solo tra i sassi senza acqua né elettricità; un uomo che non ha nulla da offrirle, se non l’occasione di invertire il passo e fuggire… Quello raccontato da Dora Albanese è un Sud crudele e impastato di magia oscura. E lei ci tende la mano per rivelarne i segreti, regalandoci un romanzo intenso, viscerale, che si interroga sul senso più profondo della femminilità.”

Dora Albanese

La scordanza

Rizzoli, 2017

Collana: Scala italiani

Pagine: 233, € 19,00

EAN: 9788817095648

Segnaliamo l’efficace Booktrailer diretto da Pietro Micucci, qui di seguito,  che, con l’intensità del cinema drammatico, porta in scena i luoghi, il dolore e la violenza sanguigna di questa sincera e sofferta testimonianza narrativa.


 

Pubblicato il 24 nov 2017

 
Soggetto: La Scordanza – Dora Albanese
Sceneggiatura: Annalisa Insardà
Regia e Montaggio: Pietro Micucci
Cast: Annalisa Insardà, Dino Filippo, Giovanni Cifarelli, Claudio Di Consoli, Angela Racioppi
Trucco e Capelli: Stefania Fornabaio
Costumi: Rosanna Uccelli

 

 

Dora Albanese

La scordanza

Rizzoli, 2017

Collana: Scala italiani

Pagine: 233, € 19,00

EAN: 9788817095648

 

Leggi di più sul sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *