Un patrimonio da salvare

Questa sezione del sito intende documentare l’impegno dell’Associazione “Angolo della memoria-Stigliano” non solo nella difesa della specificità e della cultura  del paese lucano, ma anche  nella promozione della crescita sociale e civile del suo territorio.

il “vecchio” mulino ad acqua di Gannano

Mentre in altri paesi ed in altre regioni si conservano e si apprezzano i patrimoni monumentali, segni di antiche civiltà, ricchi di storia e di cultura, inserendoli in una realtà museale, da noi, per incuria o incapacità, non solo si lascia morire, sia pure di morte lenta, ma spesso si accelera il degrado, abbattendo mura ed archi per farci passare una stradetta. E’ il caso del “vecchio” mulino ad acqua, con annessa gualchiera, di Gannano. Perfettamente fuzionante per centinaia di anni, fino al secolo passato, va scomparendo, come ci racconta il report fotografico Di Rocco Derosa, pubblicato su FaceBook il 30 Gennaio 2018.

Le case di “Villa Marina”

Il 24 Gennaio 2018 ci  si è occupati delle case di “Villa Marina”, non più antico centro storico da promuovere e salvaguardare ma  area destinata “a trasferimenti” sulla base di leggi vecchie di un secolo, malamente interpretate ed applicate. A questo scopo la nostra istanza alla Soprintendenza delle Belle Arti e del Paesaggio della Basilicata,  per l’individuazione, il riconoscimento, ed il rispetto dei vincoli storici e paesaggistici per questa vasta e importante area del nostro paese, Stigliano

 

Un futuro per Gannano
In data 7 Gennaio 2018, facendo seguito ad un post su FaceBook “Gannano: un feudo diventato borgo“, pubblicato Da Rocco Derosa che ha suscitato interessanti commenti e proposte  abbiamo, a nostra volta,  pubblicato un articolo Gannano ieri e oggi” in cui si  espone il punto di vista dell’Associazione sul borgo  di Gannano: come era, come è, come potrebbe (e dovrebbe) diventare. 

 

Una storia per salvare la storia”, la ristrutturazione della chiesetta di San Vincenzo

CHIESA SAN VINCENZO

Il  4 Agosto 2015 viene lanciata una sottoscrizione pubblica per i lavori di ristrutturazione della Chiesa di San Vincenzo,  attraverso la vendita di un volumetto,“Memoria di una tragedia”,  Il caso dell’artigliere Leonardo Rasulo di Antonio Bisignano. Parte così la il progetto una storia per salvare la storia”. Il 9 luglio 2016,  l’Associazione “L’Angolo della memoria – Stigliano” può finalmente  affermare che” l’obiettivo è stato pienamente raggiunto ed è doveroso ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a raggiungerlo.