la ciminiera pigliata
la ciminiera pigliata
la ciminiera pigliata

È stata pubblicata un’altra interessante raccolta di racconti Lucani scritta dallo scrittore Stiglianese, Professor Antonio Sinisgallo. Mercoledì 6 Aprile 2016 alle ore 17, la Casa Editrice “Homo Scrivens”, presenta alla Biblioteca B. Croce in Napoli una nuova pubblicazione di racconti lucani, “la Ciminiera Pigliata”, scritto dallo scrittore Stiglianese.
Antonio Sinisgallo è nato a Stigliano. Vive a Napoli, dove ha insegnato materie letterarie. Ha scritto racconti per la gioventù e numerose commedie per la scuola. Il secondo atto della commedia Aids: conoscere per non morire, per l’alto valore educativo, è stato trasmesso da Rai Tre per il Dipartimento Scuola Educazione. Ha curato la pubblicazione delle antologie “Per amore e per gioco e Doppia traccia”, che raccolgono i racconti dei suoi allievi che frequentano il laboratorio di scrittura creativa presso la Fondazione “Humaniter” di Napoli, il romanzo” Il peso del silenzio”. Il Professore Antonio Sinisgallo non è nuovo a pubblicare racconti dedicati alla sua terra nativa, pubblicando nel 2013 una raccolta di racconti dal titolo “Vuoto d’amore” nella stessa raccolta contiene un racconto, “IL MASTRO”, dedicato al suo maestro estivo, il calzolaio maestro Rocco Spacchetta, alla fine del racconto conclude con una riflessione:
“Dopo tanti anni, più di mezzo secolo, mi riempie di commozione rievocare quei tempi lontani, camminare sulle orme di ricordi ancora vivi, intensi e … teneri”.
Un’altra raccolta pubblicata nel 2007, “LADRO IL TEMPO” questa è quasi interamente dedicata ai suoi ricordi di gioventù, di fatti e vicende avvenuti in Lucania e a Stigliano, all’interna di questa raccolta, “LA CANTANTE ROCK”, un racconto che fa molto riflettere il lettore, alla fine, per dare una giustificazione, l’autore ha pensato bene di prendere una frase in prestito di W. Saroyan:
“Di tutte le cose che cambiano, il luogo in cui
si è vista la luce
è quello che cambia meno di tutti …
Non sai mai, ogni volta che torni, cos’è
che ti tiene legato a lui così forte.
Anche su questa ultima pubblicazione, già dalla copertina si vede benissimo, il legame che è rimasto per la sua terra, mettendo la figura di una “ciminiera” che ancora oggi è presente nel quartiere “il luogo in cui si è vista la luce”. “LA CHIAZZA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.